Preparando per la Settimana Europea del Babywearing 2019.

Per questo appuntamento annuale sto preparando addirittura tre diversi incontri!

Sono circa tre anni che è stata pensata ed è per ora sempre nel quinto mese dell’anno: si tiene in Europa tra il 6 e il 12 Maggio (European Babywearing Week 2019)

Il tema cambia di volta in volta e quest’anno è:

LA GIOIA DEL PORTARE

A Santa Maria di Sala (VE) il 6 maggio, a Mestre (VE) da Mammamamma Venezia il 7 Maggio e a Mirano (VE) presso lo Spazio Famiglia “Il Mandorlo” mercoledì 29 Maggio.

Ognuno di questi incontri, oltre a esplorare i vari tipi di supporti che possono essere utilizzati per portare i bebè a contatto, oltre alla praticità che questa pratica offre e oltre ai benefici che il babywearing offre a livello fisico ed emotivo al portatore (chi si prende cura) e al portato (bambine e bambini), letteralmente “porterà gioia” a chi vorrà partecipare.

Portare porta gioia? Portare sì, fa provare anche questi sentimenti.

Può essere uno strumento di guarigione dopo un parto inaspettato come scrive anche Claudia Sfetez nel suo libro “Guarire dopo il parto”, può essere un mezzo di comunicazione e di accudimento dei bisogni primari del bebè sin dalla nascita come scrive anche Alessandra Bortolotti nel libro “E se poi prende il vizio?”

Nella mia personale ricerca di approfondimenti sul babywearing, spesso oltre a spulciare siti internet, dipinti e fotografie d’epoca, mi piace avere tra le mani la carta stampata.

Così lo scorso anno ho acquistato un libro usato con un bebè in copertina e che prometteva bene dal titolo: il riferimento scritto al portare in Europa, il più datato che ho finora incontrato è nel libro “Baby Fitness – Ginnastica massaggio e nuoto per il primo anno” di Gabriele Zeiss, docente di puericultura, edito nel 1989.

Sempre in Germania, guardacaso, negli anni ’70 una donna, madre di due gemelle (didymos in greco) cominciava ad usare e poi a tessere dei teli sperimentando la “gioia” di portare.
Durante il mese di maggio anche i genitori, nonn@ e zi@ che si affacceranno a questa pratica attuale ma millenaria potranno cullarsi in questa pratica con il mio supporto gioioso.