Questa locuzione, culetti lavabili, l’ho letta qui e là e spesso anche io l’ho usata negli incontri con le mamme e i papà.

Mi sono incuriosita e ho provato a fare una ricerca: non ne ho trovato l’origine o la prima data di pubblicazione, ma è sicuro che ad usarla sono sempre più genitori.

Per esempio le mamme che frequentano i vari gruppi o social: su facebook forse anche tu hai provato, magari per un attimo, una sensazione come se il tuo bebè avesse… molte sorelline e fratellini… lavabili!

Navigando l’ho trovato scritto anche in un sito di vendite: tu che frequenti i gruppi capirai al volo! Sembra che stia parlando proprio di te!

“Carinissimi pantaloni unisex in caldo cotone, super comodi, morbidi, in tantissimi colori. Perfetti per i culetti lavabili 💛”

Alcuni commenti vecchi di anni ma simpatici di amiche di FB:

“Solo voi potete capire la mia gioia!! Arrivati oggi dalla Scozia!! (purtroppo il wn a fiori con la cover a fiori bb non sono miei… Non so se a lui piacerebbero! 😐)”

Un altro commento: “Pannolini lavabili: l’eco-alternativa per culetti da mordere

Culetti Lavabili: dalla cultura dei pannicelli e delle spille da balia, agli U&G e ai lavabili, passando per triangoli e ciripà

Il nome panno-lino viene dal fatto che in tempi medioevali, si fasciavano i neonati con una unica lunga striscia, confezionata con tessuto di lino. Ora il lino è decisamente poco usato nell’ambiente dei PL (per chi non lo sapesse la sigla PL sta per Pannolini Lavabili!).

C’erano una volta…

i Triangoli in tela con un rinforzo in spugna, pannolini di stoffa che venivano lavati, tenuti chiusi con una spilla da balia (le antenate preistoriche delle spille sono le fibule).

i Ciripà, in maglina a costine, già provvisti di lacci per legarli intorno alla vita del bebè, non necessitavano quindi di ulteriori spille per essere chiusi

i Pannicelli, pezze rettangolari o quadrate in flanella (di cotone)

A proposito dei triangoli ho trovato un riferimento abbastanza datato (febbraio 2006) in un forum femminile: con la paura di farsi passare per pazza, criticata per un fattore anti-igienico, una mamma si svela e chiede confronto. Viene poi stimata e incoraggiata per l’attenzione all’ambiente e il risparmio economico!

le fasce, per avvolgere tutto il corpo del bebè (chissà com’era complicato cambiare e lavare tutto quando poi il bebè faceva la cacca!!)

le Mussole, dei teli quadrati o rettangolari in garza di cotone, che si utilizzano tuttora

Compilando un quiz sui pannolini lavabili, qualche giorno fa (eh sì esistono anche quelli) ho scoperto che esiste la flanella di canapa: ho preso 7 punti su 10 solo perché c’erano tre domande sui nomi commerciali e le marche dei pannolini…

A dimostrazione che mi occupo di tecnica e non di vendita!!

La canapa è una coltura ecosostenibile, una risorsa rinnovabile che cresce facilmente senza diserbanti, fungicidi e pesticidi.

Prendo da un sito di e-commerce a caso la descrizione di un inserto per pannolini lavabili fatto con canapa:

Booster anatomico con due strati di flanella di canapa e cotone bio, ha un lato rivestito da morbido pile per un effetto asciutto sulla pelle. Ottimo per aggiungere assorbenza (ed in caso effetto stay-dry) nei fitted, ciripà, AIO, AI2, muslin.”

Allora… se vuoi capire che cosa c’è scritto qui puoi…

  1. Usare il traduttore
  2. Frequentare assiduamente gruppi di mamme su facebook e compagnia
  3. oppure venire al corso su PL ed EC (altre sigle?!?!?!) che propongo una volta al mese. Diamo una rinfrescatina all’inglese e ti porti a casa un sacco di dubbi sciolti!

Quale busta scegli A, B o C???

C’è anche Il bamboo (bambù) è una pianta sempreverde da cui è possibile ricavare la fibra tessile di bamboo, una viscosa artificiale di origine naturale. L’estrazione della fibra tessile avviene tramite processi chimici indotti dall’uomo, è quindi sbagliato definirlo un tessuto naturale. Vista l’estrazione chimica è necessario acquistare abbigliamento in bamboo prodotto da aziende che utilizzano processi di lavorazione della fibra sostenibili e certificati:

ll filato di bambù è composto dalla fibra legnosa della pianta, che può essere estratta in modi differenti:

  • esponendo steli e foglie all’azione di enzimi filato senza l’utilizzo di componenti chimiche
  • una lavorazione chimica danneggiano salute, perciò è bene controllare le certificazioni dei produttori soprattutto del tessuto di viscosa di bambù.

Il gruppo/forum/lista più vecchio, ancora attivo, che parla di pannolini lavabili, è stato fondato nel 2010, ma sono assolutamente sicura che ce ne fosse uno ancor più vecchio, 2002

L’idea è nata da un gruppo genitori sparsi in tutta Italia che si sono conosciuti virtualmente attraverso una mailing list di Yahoo sui pannolini lavabili, ed hanno costituito un gruppo di lavoro nel luglio 2008, scegliendo il nome “NonSoloCiripà” il 13 ottobre 2008.

Il Gruppo, dal 2008 a fine 2009, ha curato i contenuti del sito web pannolinilavabili.info diventato, dopo pochi mesi, un punto di riferimento informativo per coloro che erano alla ricerca di notizie sull’universo dei pannolini lavabili. Nel 2010, NonSoloCiripà diventa un’associazione di promozione sociale e si trasferisce sull’attuale sito web.

Si tratta di un’Associazione di genitori che stanno usando o hanno usato pannolini lavabili coi loro figli, il cui scopo è promuovere presso famiglie, personale sanitario, Amministrazioni pubbliche l’utilizzo dei pannolini lavabili come alternativa salutare, economica ed ecologica ai pannolini usa e getta, di fornire informazioni per guidare ad un acquisto consapevole, attraverso la valutazione dei pro e dei contro dei diversi tipi di pannolino in relazione alle singole esigenze.

Tempo fa era stato organizzato da questa associazione “il grande cambio“, era forse il 2012, in contemporanea con altri stati del mondo. Una festa di famiglie con bimbi lavabili: tutti nello stesso momento avrebbero cambiato un pannolino lavabile per realizzare un video ricordo!

La stessa associazione si occupa di varie tematiche sui PL e anche l’uso negli asili nido.

Sul territorio nazionale non esiste regolamentazione specifica sul loro uso, per cui ogni struttura decide un po’ da sé, chiamando l’Asl di riferimento, che decide se si o no. Se ti serve per parlarne con le educatrici puoi fare riferimento al loro Proposta di Protocollo dell’ Associazione NonSoloCiripà.

Quelli che conosciamo ora come Pannolini U&G (altra sigla per Usa & Getta), erano chiamati semplicemente Pannolini di cotone a confronto dei Pannolini mutandina

Sono nati nel 1961 (hanno compiuto 50 anni nel 2011 e ne compiono 60 l’anno prossimo) ma in Italia sono arrivati ben più tardi perché erano davvero molto costosi, come mi raccontano le neomamme dell’epoca. Qui da noi andavano ancora triangoli e ciripà.

Negli anni ’70 la spilla da balia viene sostituita con nastro adesivo, mentre dentro al pannolino viene usato il cosiddetto fluff assorbente, una lanugine di cellulosa, per estrarre la quale vengono usati prodotti chimici e sbiancanti. Mamma mia come me la ricordo ancora questa espressione il fluff assorbente: devo ammettere pubblicità a tema erano martellanti anche quando ero piccola io! Oppure guardavo semplicemente troppa televisione…

Mi ricordo anche l’ippopotamo blu e vari claim:”Anche bagnati restano asciutti” o “sederini d’oro” “tiene asciutto con amore”.

Dalla fine degli stessi anni un gel assorbente sostituisce il fluff di cellulosa e dimezza il volume dei pannoloni.

Oltre ai culetti, cara mamma, forse lo sai che ci sono anche un mondo di diversi modelli di PL e di accessori da abbinare: nelle tre ore di corso ne parliamo insieme e tocchi con mano tutte queste meraviglie morbide e colorate.

Salviettine lavabili corredate dall’Acqua di pulizia per il cambio pannolino, Lavette Lavabili, Coppette assorbilatte lavabiliVeline cattura pupù lavabili, Assorbenti Femminili Lavabili e Coppetta Mestruale.

Anche i rotoli di carta da cucina Lavabili!!! Adesso che lo sai… non hai più scuse per entrare anche tu nel vortice zero waste!!

Per approfondire le storie dei culetti lavabili d’Italia, ti lascio qualche spunto di frequentazione:

Associazione di promozione sociale NonSoloCiripà 

Pannolini lavabili & Supporti bebè (P&S), membri 20.966

Pannolini Lavabili: compro/vendo/cerco/scambio & supporto (A.P.A.), membri 2.800 membri

Pannolini Lavabili, aiutiamoci! Scelta, acquisto e gestione, membri: 2.502

Pannolini lavabili Veneto, Membri: 1.071

Oppure pagine come:

Pannolini Lavabili scegliere consapevolmente, Mi piace: 2232

Sembra che ne siano moltissimi di genitori, sia mamme che papà che si sono avvicinati a questo mondo lavabile e colorato! Anche decisamente fashion, coordinabili ormai anche i PL con l’outfit giornaliero o le fasce portabebé!

Ti lascio anche qualche hashtag* che si usa anche su altri social network

(* per chi non lo sapesse che cos’è un hashtag ecco qui la spiegazione: Il simbolo del cancelletto (#) associato a una o più parole chiave per le ricerche tematiche su blog o social network. – la parola “hashtag” è composta da “hash,” il simbolo del cancelletto “#”,  e da “tag”,  etichetta, cartellino, targhetta)

#pannolinilavabili #pannolinolavabile #pannoliniecologici #pannolinidistoffa #pannolinodistoffa

#pannolinoteca #storiadiculettilavabiligemelli

Un video di mamme a tema con questo seme di Natural Maternale ha un nome proprio carino “La valigia lavabile – culetti in trasferta” (ma non l’ho guardato tutto).

In inglese vengono detti washable diapers: #washablediaper #washablediapers #washablediaperph #washablediapersph.

In Spagnolo pañales lavables: trovi foto e altro seguendo questi hashtag #pañaleslavables #panaleslavables #pañaleslavablesdetela. Ci sono anche quelli per la piscina o per il mare che si chiamano #pañaleslavablesdenatacion #panaleslavablespiscina.

In Francia si trovano come couches lavables ecologiques: #coucheslavable #coucheslavables #coucheslavablesaddict.

Facendo le ricerche sugli hashtag ho scoperto che esistono anche PL per i cani: culetti lavabili anche per loro. Mi auguro che succeda come per i bebè lavabili: i PL, di solito, si usano per un tempo minore rispetto agli U&G.

Già sapevo invece che si vendono bene anche in Italia i cosiddetti pannoloni per anziani, sempre lavabili. Un Comune della mia zona mette a disposizione un secchio per il secco di soli pannoloni e pannolini. Per un periodo le famiglie non pagano quell’importo nella tassa di asporto rifiuti.

Con un’immagine postata su Ig, pochi giorni prima di Natale 2020, una mamma lavabile  scriveva:

Quando hai talmente tanti panni (leggi tra pannolini, inserti, cover & c.) da stendere che ti prendi le mollette del Calendario dell’avvento!!

Mi ha fatto veramente sorridere. Come dici? Da quanti PL & c. hai a casa, potresti essere stata benissimo tu???

Quindi #culettilavabili per leggere tutti i vostri commenti

Ti aspetto con il prossimo seme!

Se vuoi leggermi sul tema precedente: il l’uso dei dispositivi elettronici vicino ai bebè. Il prossimo seme sarà …

Licia Valso, 2020

#semidinaturalematernale

Ps: Vuoi approfondire tutti i temi che sono usciti in questo seme di Naturale Maternale?

Unisciti ai cerchi di Naturale Maternale, on-line o dal vivo, dove spesso si ride e si allatta insieme e i livelli di ossitocina li pompiamo belli alti!

Coccola la tua bimba o il tuo bimbo (e fatti coccolare dal tuo partner)!

Vieni con il tuo compagno, già in gravidanza, al laboratorio esperienziale dove ti spiego come usare Rebozo per essere cullata e rilassarti con questo tessuto

Prenota una consulenza privata o una consulenza di gruppo per imparare la legatura per portare il tuo bebè ad altezza bacio, e danzare con lei o con lui sin dalle prime settimane di vita

Oppure chiamami: ti metterò in contatto con Elisa per un massaggio Shiatsu, con Paola, Beatrice o Patrizia per il massaggio infantile, con Elisabetta o Federica per una sessione di yoga pre o post parto, con Lara per una seduta di Orthobionomy, con Chiara per l’utilizzo degli olii essenziali, con Lucia per noleggiare una fascia o un marsupio e con l’altra Lucia per fare kangatraining con il tuo bebè addosso

 

Per approfondire:

Uno degli articoli più datati che ho trovato (2009) – http://miracconto-barbara.blogspot.com/2009/03/pannolini-lavabili-fatti-in-casa-i_28.html

Associazione di promozione sociale NonSoloCiripà – https://www.nonsolociripa.it/

“Pannolini lavabili. Guida all’uso dei pannolini di tessuto dalla nascita al vasino.”, di Giorgia Cozza

Il Lato oscuro dei Pannolini – http://www.ostetricalaura.com/2014/09/07/il-lato-oscuro-dei-pannolini/

Analisi ambientale della raccolta e del riciclo di prodotti sanitari assorbenti – https://www.senato.it/application/xmanager/projects/leg17/attachments/documento_evento_procedura_commissione/files/000/000/636/Documentazione_FATER.pdf

“DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 24 ottobre 2014 che stabilisce i criteri ecologici per l’assegnazione del marchio di qualità ecologica dell’Unione europea (Ecolabel UE) ai prodotti igienici assorbenti” –   https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32014D0763&from=EN


3 commenti

Semi di Naturale Maternale – il Rientro al Lavoro dopo la Maternità – Licia Valso · 1 Aprile 2020 alle 15:46

[…] vuoi leggermi sul tema precedente: culetti lavabili. Il prossimo seme sarà […]

Semi di Naturale Maternale – Licia Valso · 14 Aprile 2020 alle 4:57

[…]    SEME XIV – CULETTI LAVABILI […]

Il Quarto Trimestre (di gravidanza) e oltre… – European Babywearing Week – Licia Valso · 6 Maggio 2020 alle 7:53

[…] fasciatura tradizionale, che sta tornando di modissima, con una mussola, un telino o una copertina di adeguate dimensioni: calma, consola e ristora, spesso più efficace […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *