Se sei stanca…

“Sei stanca? Aiutati con…”, diceva una réclame

“Aiutati che il Ciel ti aiuta”, grazie del reminder, ma forse questo, soprattutto perché sei Donna, lo sapevi già.

“Prenditi cura di te”, e chi altri può farlo se non tu stessa, visto che vicino non hai nessuno…

“Se hai bisogno d’aiuto, chiama!”, ma a volte, quando sei una neomamma, non solo non hai nemmeno il tempo di farti una doccia, ma neanche il momento di telefonare! (Quante volte mi arrivano messaggi di mamme, scritti alle ore più assurde, rigorosamente dalle 22 in poi!!)

“Hai voluto la bicicletta? Adesso pedala!” dove la bicicletta è il bebè e pedalare significa arrangiarsi.

Ero stanca, prima di scrivere questo post, mi si chiudevano gli occhi, e ho preso la decisione di riposarmi mezz’ora: il risultato è che il post verrà pubblicato più di un’ora dopo, ma… sarà decisamente migliore di come avrebbe potuto essere se mi fossi accanita contro la mia stanchezza e non avessi dormito.

A volte, ancora ora che le mie figlie sono grandicelle e dopo molti percorsi, il senso di colpa nel prendermi il giusto tempo per me, per ricaricare le pile, ancora si fa sentire

Ma questo tempo è indispensabile: la televisione e le pubblicità nelle riviste per le mamme propongono spesso integratori di vario genere. Spesso ti sarà forse successo di farti consigliare nell’erboristeria di fiducia “qualcosa di naturale” oppure in farmacia: tutti prodotti validi e sicuri, anche efficaci, ma assumere un integratore quando sei stanca perché stai accudendo un bebè o un@ bambin@ molto piccol@, significa che questo qualcosa che prendi, ti tira su, per farti arrivare giusto fino a sera.

E domani è un altro giorno!

Lo spauracchio della privazione del sonno

Mi sono capitate delle mamme che mi hanno confessato di aver quasi paura di andare a dormire alla sera perché questo significava che passata la notte, la giornata sarebbe ricominciata impegnativa uguale, forse anche peggio, ma soprattutto, andare a letto, con un bebè, per loro non significava riposo notturno 8 ore di fila, come consigliato agli adulti per una buona igiene del sonno.

Significa anzi risvegli ad intervalli di un’ora o due o poco più, per tutta la notte. E questo, con un bebè, appunto, è del tutto normale, rientra nella fisiologia del sonno del neonato, Quello che non è normale è che ti ritrovi ad affrontare un giorno e una notte, quasi senza interruzioni, ad accudire il cucciolo neonato, che ha bisogno di tutto, e guai se ti scosti di un millimetro da lui o da lei, ma ad accudire te…. non ci ha pensato nessuno.

Le stesse mamme mi hanno confessato del timore della privazione del sonno. Questa è una notevole riduzione del sonno in una persona, è stata usata come tortura, anche una totale riduzione, ed è risultato che è peggiore della fame e della sete.

Esiste, per gli esseri umani, una piramide dei bisogni di Maslow: non è universalmente accettata ma può essere utile a capire come mai se hai sonno e sei stanca, sei autorizzata a poter soddisfare questo bisogno!

Fame, sete, sonno, respiro, sesso, termoregolazione, sono i bisogni fisiologici, una parola che spesso è legata sia alla gravidanza (gravidanza fisiologica) alla nascita (parto fisiologico) o alla posizione del bebè in una fascia o in un supporto per portare (posizione fisiologica del corpo del bebè).

Sono bisogni indispensabili alla vita, connessi alla sopravvivenza fisica e devono essere soddisfatti per rispondere all’istinto di autoconservazione.

La mancanza di uno o più elementi che danno benessere, va a minare la sopravvivenza, nel vero e proprio senso della parola.

E qui voglio parlare non tanto dell’empowerment della donna perché credo che spesso a questa parola salga in mente l’immagine di Wonder Woman.

Ma il mio intento è quello di parlare invece di sostegno a te che sei in gravidanza o che hai appena partorito.

Sostegno a domicilio: home visiting

Assistente alla madre, operatrice mamy sitter, Assistenza ostetrica, psicologica, pedagogica, educativa.

Esistono davvero molte professioni che sono cosiddette legate alle “relazioni d’aiuto” come quelle sopra elencate.

Anche una relazione che si instaura con la propria o il proprio ginecolog@ o pediatra è una relazione di fiducia, con un@ professionista sanitari@ e ti sarà sicuramente capitato di riporre molta fiducia in queste figure proprio perché conoscono la materia della gravidanza e della maternità e sanno risolvere bene i problemi.

Quello che forse ti è già capitato di cercare e, purtroppo, di non trovare in queste persone è di avere qualcun@ vicino, qualcun@ che possa essere lì sia per preparare una tisana o rifare il letto, che per fare un massaggio ai piedi o per preparare il pranzo o, ancora meglio, ascoltare i tuoi dubbi e le tue paure, senza dare consigli non richiesti e senza giudicare.

Succede che le professioni sopra citate, non si occupino questi aspetti. Magari avrai chiesto aiuto all’amica, a tua madre, alla vicina di casa, il suocero, la zia di quinto grado: se i professionisti non si occupano di cose pratiche, queste altre persone vicine lo fanno con molto piacere ma…… succede che siano proprio coloro che giudicano o che ti riempiono di consigli di cui faresti sinceramente a meno.

https://www.liciavalso.it/2020/05/18/il-sentimento-di-inadeguatezza-delle-neomamme-mamme-di-m/

Tu vorresti riposare, perché sei stanca, con il tuo bebè vicino, mentre qualcuno è in casa che si occupa del resto?

Vorresti chiacchierare con una persona adulta ed essere ascoltata, invece di parlare solo di pannolini e vomitini?

Vorresti farti una doccia e stare serena che il tuo bebè è in braccia sicure e amorevoli, invece di trovarlo con il ciuccio in bocca, proprio quello che non vorresti, al tuo ritorno??

Ecco che la doula può essere quella persona che, tutto-in-uno, ti permette di essere te stessa, di sperimentare ed essere la nuova mamma che vuoi essere, legittimata anche ad essere stanca e a farsi preparare il pranzo e stirare la biancheria, proprio perché, come il tuo bebè, con il parto nasce una mamma ed un bambino. Viene a casa tua (home visiting) ed è tutta disponibile per te, proprio per te.

Perché te lo meriti, come dice la mia collega de Le Lune Allegre, Beatrice: Mamma, Ti meriti una Doula!

Che ne dici? Vuoi conoscermi come doula?

Ogni tanto faccio degli incontri dal vivo e degli incontri on-line: scrivimi o chiamami per conoscere me e le mie colleghe in Veneto!

Licia Valso, 2020

#naturalematernale


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *